Legge Regionale n. 27 del 2019: Proroga Piano Casa

In allegato Legge regionale n. 27 del 30 dicembre scorso “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione finanziario per il triennio 2020-2022 della Regione Campania – Legge di stabilità regionale per il 2020”.


Tra le altre disposizioni, la legge finanziaria regionale ha prorogato fino al 31 dicembre 2020 le norme per il rilancio del settore edile attraverso il “Piano casa”.

Infatti, l’art.  1 alcomma  62  prevede che:

” Nelle more della definitiva approvazione della nuova disciplina organica in materia di Governo del Territorio, al comma 1 dell’articolo 12 della legge regionale 28 dicembre 2009 n. 19 (Misure urgenti per il rilancio economico, per la riqualificazione del patrimonio esistente , per la prevenzione del rischio sismico e per la semplificazione amministrativa) le parole “31 dicembre 2019” sono sostituite dalle seguenti “31 dicembre 2020”.

Si segnala poi il comma 50 dell’art. 1 che prevede: “Gli enti beneficiari di contributo regionale concesso sotto forma di contributo straordinario ai sensi dell’articolo 64  comma l, lettera b) della legge regionale 27 febbraio 2007, n. 3 (Disciplina dei lavori pubblici dei servizi e delle forniture in Campania), decadono dal contributo se non comunicano alla Regione l’avvenuta aggiudicazione definitiva degli appalti entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge ovvero non dimostrano di essere già dotati di una progettazione definitiva-esecutiva.”

Ed il comma 60 sempre del suddetto articolo :”Al comma 4 dell’articolo 44 della legge regionale 22 dicembre 2004 n.16 (Norme sul Governo del territorio) dopo le parole “opere di urbanizzazione primaria e secondaria” sono aggiunte le seguenti: “anche se realizzate da privati”.

Legge regionale n. 27 del 30 dicembre scorso “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione finanziario per il triennio 2020-2022 della Regione Campania – Legge di stabilità regionale per il 2020”.

Tra le altre disposizioni, la legge finanziaria regionale ha prorogato fino al 31 dicembre 2020 le norme per il rilancio del settore edile attraverso il “Piano casa”.
Infatti, l’art.  1 alcomma  62  prevede che:

” Nelle more della definitiva approvazione della nuova disciplina organica in materia di Governo del Territorio, al comma 1 dell’articolo 12 della legge regionale 28 dicembre 2009 n. 19 (Misure urgenti per il rilancio economico, per la riqualificazione del patrimonio esistente , per la prevenzione del rischio sismico e per la semplificazione amministrativa) le parole “31 dicembre 2019” sono sostituite dalle seguenti “31 dicembre 2020”.

Si segnala poi il comma 50 dell’art. 1 che prevede: “Gli enti beneficiari di contributo regionale concesso sotto forma di contributo straordinario ai sensi dell’articolo 64  comma l, lettera b) della legge regionale 27 febbraio 2007, n. 3 (Disciplina dei lavori pubblici dei servizi e delle forniture in Campania), decadono dal contributo se non comunicano alla Regione l’avvenuta aggiudicazione definitiva degli appalti entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge ovvero non dimostrano di essere già dotati di una progettazione definitiva-esecutiva.”

Ed il comma 60 sempre del suddetto articolo :”Al comma 4 dell’articolo 44 della legge regionale 22 dicembre 2004 n.16 (Norme sul Governo del territorio) dopo le parole “opere di urbanizzazione primaria e secondaria” sono aggiunte le seguenti: “anche se realizzate da privati”.

iscriviti allanewsletter

Acconsento al trattamento dei dati personali secondo la Privacy Policy