Incentivi: finanziare investimenti con il 65% a fondo perduto. Bando ISI

Alleghiamo  le slide di approfondimento del Bando ISI INAIL  che ha l’obiettivo di garantire il miglioramento delle condizioni di sicurezza sui luoghi di lavoro anche attraverso l’acquisto di macchinari più sicuri.
Sono previsti 5 assi di finanziamento, differenziati in base ai destinatari e alla tipologia dei progetti che saranno realizzati:

” Asse 1 (Isi Generalista): per progetti di investimento
” Asse 2 (Isi Tematica): per progetti volti alla riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi;
” Asse 3 (Isi Amianto): per progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;
” Asse 4 (Isi Micro e Piccole Imprese): per progetti per micro e piccole imprese operanti nei settori della pesca e del tessile, abbigliamento, pelle e calzature;
” Asse 5 (Isi Agricoltura).

Rispetto a un anno fa, la novità principale è rappresentata dall’introduzione del sub-asse di finanziamento da due milioni di euro dedicato specificatamente ai progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, con l’obiettivo di aumentare in modo significativo la diffusione di questi interventi di prevenzione.
La platea dei destinatari degli incentivi Inail comprende le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura. È stata confermata, inoltre, la possibilità per gli enti del terzo settore, anche non iscritti al registro delle imprese ma censiti negli albi e registri nazionali, regionali e delle Province autonome, di accedere al secondo asse di finanziamento dedicato ai progetti di riduzione del rischio dovuto alla movimentazione dei carichi.
La presentazione delle domande di accesso agli incentivi avverrà, come per i bandi precedenti, in modalità telematica, attraverso una procedura “valutativa a sportello” articolata in tre fasi
La compilazione della domanda nella sezione “Servizi online” del sito Inail dall’11 aprile 2019 fino alle ore 18 del 30 maggio 2019; il cosiddetto “click dayè previsto a partire dal 6  giugno 2019;
Il contributo sarà erogato in conto capitale e può coprire fino al 65% delle spese sostenute per ogni progetto ammesso, sulla base dei parametri e degli importi minimi e massimi specificati dal bando per ciascun asse di finanziamento

iscriviti allanewsletter

Acconsento al trattamento dei dati personali secondo la Privacy Policy