Bando ISI – Finanziamenti INAIL per salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

L’Inail mette a disposizione 251.226.450 euro in finanziamenti a fondo perduto per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura e, per l’asse 2 di finanziamento, anche gli Enti del terzo settore.

Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto ricomprese in 5 Assi di finanziamento:
1) Progetti di investimento e Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale – Asse di finanziamento 1 (sub Assi 1.1 e 1.2)
2) Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) – Asse di finanziamento 2
3) Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto – Asse di finanziamento 3
4) Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività – Asse di finanziamento 4
5) Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli -Asse di finanziamento 5 (sub Assi 5.1 e 5.2).

Le risorse finanziarie destinate ai progetti sono ripartite per regione/provincia autonoma e per assi di finanziamento.
L’importo massimo erogabile è di 130.000 euro per i progetti appartenenti agli assi 1, 2 e 3, di 50.000 euro per i progetti appartenenti all’asse 4 e 60.000 euro per i progetti appartenenti all’asse 5.

Le date di apertura e chiusura della procedura informatica per la presentazione della domanda, saranno pubblicate sul portale dell’Istituto, nella sezione dedicata all’Avviso Isi 2019, entro il 31 gennaio 2020.
Di seguito il link per accedere alla documentazione: https://www.inail.it/cs/internet/comunicazione/avvisi-e-scadenze/bando-isi-2019-avviso-pubblicazione.html

I nostri uffici (dott. Francesca Zamparelli) sono a disposizione per fornire ogni ulteriore informazione e per accompagnare le imprese nella predisposizione della domanda, oltre che nella definizione degli accordi con la componente sindacale.

iscriviti allanewsletter

Acconsento al trattamento dei dati personali secondo la Privacy Policy